Il nostro sito internet utilizato con cookies, al fine di migliorare le vostre domande. Utilizando il parametro del navigatore di destra, voi potete bloccare il cookies ma questo puo’ causare che la pagina non funziona piu correttamente o per niente. Rimanendo sul sito voi accettate l’utilizzo del cookies.
Per saperne di piu, sulla nostra politica di confidenza.

Hammarplast

Grazie agli interventi per garantire la corretta temperatura in uno dei suoi stabilimenti, Hammarplast Consumer è riuscita a conseguire un notevole risparmio energetico e ottimizzare la produzione.

Hammarplast Consumer è un'azienda svedese che produce articoli in plastica, come ad esempio contenitori, accessori per la casa e per il giardinaggio. La produzione di questi articoli richiede un impianto ad acqua refrigerata regolabile in modo preciso, non solo poiché gli stampi devono essere raffreddati alla temperatura esatta ma anche perché i macchinari stessi necessitano di un sistema di raffreddamento. Quando Hammarplast Consumer si trovò ad affrontare il problema dell'insufficiente raffreddamento di alcuni macchinari e stampi, si rivolse a KREOL of Sweden AB, una società di consulenza esperta in impianti industriali e nella lavorazione di materie plastiche.  KREOL giunse presto alla conclusione che la soluzione era da ricercare nella regolazione e nel bilanciamento idronico e scelse senza indugio IMI Hydronic Engineering, conoscendone l'affidabilità e il know-how in questo campo. 

La sfida

La sfida presso Hammarplast Consumer consisteva nel migliorare l'efficienza e affidabilità delle presse e raggiungere una qualità più omogenea dei prodotti  attraverso una migliore regolazione del raffreddamento degli stampi. Poiché entrambe le esigenze erano collegate a un controllo più preciso della capacità di raffreddamento, l'obiettivo era migliorare la regolazione del flusso d'acqua refrigerata destinato a macchinari e stampi.

La soluzione

In primo luogo, IMI Hydronic Engineering esaminò con attenzione l'impianto, sprovvisto di dispositivi di bilanciamento in quel punto e dopo una serie di misurazioni in loco, fornì indicazioni dettagliate a KREOL.

La soluzione prevedeva diverse valvole di bilanciamento per ciascuna macchina, per un raffreddamento sicuro sia degli stampi sia del motore idraulico e del riduttore delle presse.

 KREOL effettuò quindi i calcoli idronici per ciascuna macchina e si occupò del bilanciamento, avvalendosi del contributo di IMI Hydronic Engineering e utilizzando una telecamera termica per verificare il processo di stampaggio. A garanzia della massima ottimizzazione delineata in fase di progettazione, si procedette infine a verificare e convalidare le prestazioni dell'impianto e a ridurre la prevalenza della pompa e la portata totale in funzione delle esigenze del momento.

Il risultato

La regolazione della portata di acqua refrigerata contribuisce ora a garantire ad Hammarplast Consumer un processo produttivo più fluido, efficiente e omogeneo. La soluzione ha consentito un risparmio significativo per 4 ragioni principali.

In primo luogo, dopo il bilanciamento dell'impianto, la portata totale è stata ridotta del 75% e la pressione di oltre il 60%, fino a 1,7 bar. Nasceva così il primo "impianto di raffreddamento a bassa pressione" del settore, con un abbattimento di oltre il 60% del consumo energetico per la pompa.

In secondo luogo, la differenza di temperatura è stata aumentata di oltre il 35%, consentendo un ulteriore risparmio e suggerendo l'idea di operare con temperature del flusso ancora superiori per un potenziamento del free cooling.

Terzo motivo: Oltre a  beneficiare di un risparmio immediatamente quantificabile, Hammarplast Consumer può ora contare su un impianto di raffreddamento molto più stabile e misurabile, che agevola la registrazione delle prestazioni  e la pianificazione di interventi migliorativi futuri.

Infine, il sistema ottimizzato, oltre a consentire il risparmio energetico, assicura un raffreddamento più rapido degli stampi. In questo modo si creano i presupposti per tempi di lavorazione più costanti e una maggiore produttività, che si riflettono direttamente sugli utili dell'azienda.

IMI Hydronic Engineering, non solo ha permesso di risparmiare sui consumi energetici e migliorare la produttività, ma ora collabora con Hammarplast Consumer investendo il proprio know-how nella regolazione della pressione e nel controllo della qualità dell'acqua per ottimizzare ulteriormente l'impianto dell'azienda.

CASI COLLEGATI